pane_bianco_e_nero

CHI SIAMO

LA NOSTRA STORIA

IMG-20201124-WA0001_edited.jpg

E' il 1961 quando Emilio Robusti gira per la prima volta la chiave del suo nuovo laboratorio di via dei Monasteri in Spoleto. Al suo fianco ad aiutarlo la giovane moglie Cappannella Sabatina, in dolce attesa, e i due figlioletti.

Emilio, lavora fin da ragazzo come fornaio in alcuni panifici della città imparando il mestiere che lo rende felice. 

"Il pane non si fa, il pane si ama"

E così presto, deciderà di mettersi in proprio: un piccolo laboratorio in vicolo dei Fornai numero 18. 

I locali sono piccoli e fatiscenti, il forno a legna non a norma e così, gli organi di vigilanza locale dopo averlo invitato più volte a cambiare, murano il forno.

Emilio però, che pane voleva fare e pane farà, lo smura alla sera e lo richiude al mattino fino all'ultimo avvertimento. Tanti sacrifici e tanta gavetta poi finalmente la possibilità economica di costruire dei nuovi locali e dare vita al suo sogno.

Nel pieno del suo periodo migliore , primi anni ottanta fine anni novanta, il Panificio Robusti snc è una vera e propria azienda di famiglia con al comando i tre figli Colombina, Roberto e Bernardino, due dipendenti, Emilio e Sabatina alle spalle. 

 

Emilio muore nel 1993 lasciando l'intera attività ai tre figli che a testa alta la guideranno fino al 2009. Sono anni di difficoltà e perdite famigliari che vedono Bernardino unico socio fino al 2014. Al suo fianco restano i suoi due figli Lorenzo e Francesca.

IMG-20201124-WA0002-removebg-preview_edi

LA NUOVA SEDE

Il 27 gennaio 2014 il Panificio Robusti snc inaugura, nei locali fuori Spoleto presso il comune di Castel Ritaldi in via 8 Marzo numero 12 il suo nuovo laboratorio ed un secondo negozio.

Inizia così una nuova produzione di pane e pasticceria fresca che non dimentica le origini. 

IMG_0702.JPG
IMG-20201128-WA0011.jpg
IMG_20201120_092447.jpg

Ad oggi, tutto il lavoro si concentra nella sede di Castel Ritaldi. Bernardino e i due figli  portano avanti l'azienda di famiglia con passione ed un pizzico di innovazione. Dolci, pane, pizza e molto altro, una piccola tradizione che ogni notte si rinnova dal 1960.